Cosa vedere a MODICA: meraviglia del barocco al sapore di cioccolato (2022)

Modica è l’altro gioiello del Barocco siciliano e l’altra anima di Vigata. Sorella di Ragusa Ibla, così diversa e simile ad essa, si accoccola nella valle e sulle colline circostanti in una scenografia grandiosa, immersa nei negli aromi di un cioccolato sublime dalle mille sfumature di sapore! Ecco il nostro itinerario a Modica inferiore e superiore.

A un quarto d’ora di macchina da Ragusa, sull’altro versante dei monti Iblei, il centro storico di Modica occupa tutta la sua piccola valle. E’ stata nel cinquecento il centro principale della Contea, un enorme feudo che occupava quasi tutta l’attuale provincia. Come Ragusa anche Modica ha le sue case, palazzi, mille viuzze e scalette che si addossano l’una sull’altra a creare più livelli sovrapposti tra infiniti saliscendi… come una fodera ricoprono le colline sovrastanti. E’ stata più volte set del commissario Montalbano prestando il volto alla sua Vigata… Ecco i must see!

Cosa vedere a MODICA: meraviglia del barocco al sapore di cioccolato (1)

COSA VEDERE A MODICA

Modica ha scorci meravigliosi in ogni angolo, come per Ibla meriterebbe stazionare almeno una notte per vederla approfonditamente, soprattutto la sera quando le luci che si accendono la fanno sembrare un immenso presepe. Se avete bambini il suo saliscendi sarà impegnativo ma, come sempre, consiglio di non rinunciare a questa meraviglia siciliana. Come a Ibla è possibile (e consigliabile) visitare la città superiore con il trenino del Barocco (se lo avete fatto conservate il biglietto con lo sconto di un euro su questa tratta!) per i bambini l’ho trovato molto, molto utile e divertente. Ottimo se avete passeggini o se la giornata è torrida; noi siamo stati fortunati, in giugno abbiamo trovato una temperatura perfetta per esplorare la citta’ ma considerate che qui si può arrivare a 40 gradi nel periodo estivo. Modica inoltre è la mecca per gli amanti del cioccolato, i bambini ad ogni angolo del borgo avranno il privilegio di degustare questa eccellenza del territorio famosa per la sua lavorazione artigianale e genuina che conserva le qualità nutritive del cacao.

Cosa vedere a MODICA: meraviglia del barocco al sapore di cioccolato (2)

Giromangiando cioccolato a modica

E proprio il cioccolato è la prima cosa con cui ci siamo impattati camminando lungo Corso Umberto I (set di alcuni episodi di Montalbano tra cui La pista di sabbia); appena arrivati ci siamo lasciati catturare dalle tipiche botteghe dove si vendono centinaia di colorate tavolette con le piu’ disparate mantecature, dai classici agrumi all’originale nero d’Avola. E’ un po’ come se i modicani volessero darti il benvenuto prendendoti per la gola, viziandoti con questo dono di Dio: una schiera di ciotoline con una serie infinita di assaggi, una specie di ALL YOU CAN EAT del cacao! Vi potete immaginare l’eccitazione di un bambino il cui cibo preferito dopo i pici è proprio la cioccolata, Ale ha creduto di trovarsi nel paese dei balocchi: “Mamma questo e’ un paese meraviglioso, ti regalano cioccolata dappertutto!”

Cosa vedere a MODICA: meraviglia del barocco al sapore di cioccolato (3)

Il cioccolato modicano infatti, friabile e granuloso, ha una particolare lavorazione artigianale a freddo (ereditata dagli Atzechi) che non supera i 40/45 gradi; questo non altera le proprietà nutritive, la naturale quantità del burro di cacao presente e non scioglie lo zucchero che rimane in granuli all’interno della tavoletta. Presso la ANTICA DOLCERIA BONAJOTO presente dal 1880 (ubicata su Corso Umberto I) è possibile fare una visita guidata dove vengono spiegate e mostrate le varie fasi della lavorazione artigianale sul tipo mesoamericano.

MUSEO DEL CIOCCOLATO

Ecco ancora cosa vedere a Modica! Non abbiamo potuto proseguire oltre senza prima vedere il piccolo museo dedicato al cioccolato. Carino per i bambini ma se non avete pargoli al seguito tirate pure dritto oppure dirottate sull’attiguo museo archeologico, entrambi si trovano sul corso principale all’interno del Palazzo della cultura (dove si e stato girato “Tocco d’artista”). Si tratta di un paio di sale dove trovate spiegate le origini e la produzione di questa eccellenza locale ma l’attrazione principale è l’enorme riproduzione della nostra penisola tutta in cacao.

Cosa vedere a MODICA: meraviglia del barocco al sapore di cioccolato (4)

CHIESA DI SAN PIETRO

Dopo il Duomo di San Giorgio è il principale luogo di culto barocco di Modica inferiore. Splendida la scalinata con le statue dei 12 apostoli.

Cosa vedere a MODICA: meraviglia del barocco al sapore di cioccolato (5)

CHIESA RUPESTRE DI SAN NICCOLO’ Inferiore

Cosa vedere a MODICA: meraviglia del barocco al sapore di cioccolato (6)

Scendendo la scalinata dal lato destro (guardando la facciata) sarete avviluppati nell’intricato dedalo di viuzze e scalette della città vecchia, sulla sinistra c’è la più antica e minuscola chiesetta di Modica: San Niccolo’ inferiore. Si tratta di un luogo di culto rupestre molto suggestivo perchè scavato nella roccia e grande appena 45 mq. Le pitture risalgono all’epoca bizantina e l’icona sacra principale ritrae il Cristo Pantacrator. Si paga un ingresso di 2 euro. Info ulteriori su orari e altro cliccando qui.

Cosa vedere a MODICA: meraviglia del barocco al sapore di cioccolato (7)

Museo CASA NATALE DI SALVATORE QUASIMODO

Cosa vedere a MODICA: meraviglia del barocco al sapore di cioccolato (8)

“Ognuno sta solo sul cuor della terra

trafitto da un raggio di sole

ed è subito sera”
Pochi sanno che Modica ha dato i natali a uno dei più grandi poeti italiani, Salvatore Quasimodo, premio Nobel per la letteratura nel ’62. Risalendo le scalette a lato della Chiesa rupestre appena citata, si risale sulla collina sovrastante dove potrete visitare il Museo Casa Natale Salvatore Quasimodo che proprio qui venne alla luce nel lontano 20 agosto 1901 e in cui visse solo il primo anno della sua vita. Entrando da un cortile interno si accede con una scala all’appartamento al primo piano che il padre affittò prima alla nascita del poeta. Ci sono numerosi oggetti appartenuti a Quasimodo nel corso della sua vita, tra cui alcuni scritti originali consultabili. I due ambienti principali sono lo studio milanese (ricreato qui nella sala principale) con la sua scrivania e la macchina da scrivere, nell’altra stanza c’è la camera da letto dei genitori. Una guida da una spiegazione dettagliata degli ambienti e delle varie fasi della sua carriera e vita privata del poeta. Lo studio si apre con una terrazza che gode di una vista mozzafiato su Modica bassa… da sola vale la visita! Per altre info consulta il sito casaquasimodo.it.

  • Cosa vedere a MODICA: meraviglia del barocco al sapore di cioccolato (9)
  • Cosa vedere a MODICA: meraviglia del barocco al sapore di cioccolato (10)

Per raggiungere la casa di Quasimodo, salendo una viuzza, si passa proprio sotto la rocca dove si trova il CASTELLO dei Conti col suo caratteristico orologio.

Cosa vedere a MODICA: meraviglia del barocco al sapore di cioccolato (11)

Una volta visitata parte del centro storico e fatto il giro sul trenino del barocco a Modica superiore, molto rapido e sicuramente non accurato ma se avete bimbi, ripeto, è la soluzione ottimale, potrete rilassarvi voi stessi (magari con una bibita fresca) e far giocare i nanetti presso gli orti di San Giorgio.

ORTI e SCALINATA DI SAN GIORGIO

  • Cosa vedere a MODICA: meraviglia del barocco al sapore di cioccolato (12)
  • Cosa vedere a MODICA: meraviglia del barocco al sapore di cioccolato (13)

Per arrivare al Duomo di San Giorgio, abbiamo percorso a piedi la scenografica scalinata sottostante, altro luogo panoramico imperdibile della città. In alto la cattedrale barocca, davanti a voi le case abbarbicate sulla collina e alla vostra destra (all’ultima rampa della scalinata di 260 gradini) gli Orti di san Giorgio, un giardino pubblico terrazzato, ombreggiato e fresco, dove ci si può rilassare sedendosi sulle numerose sdraio e tavolini disponibili, sorseggiando una bibita fresca; c’è un bar che la sera si trasforma in locale, luogo davvero suggestivo anche per il dopo cena. Un’oasi magica di pace nascosta dentro la città vecchia, ai piedi del Duomo, ottima per far riposare anche i bambini dopo un giro impegnativo tra chiese e musei.

Cosa vedere a MODICA: meraviglia del barocco al sapore di cioccolato (14)

DUOMO DI SAN GIORGIO

Cosa vedere a MODICA: meraviglia del barocco al sapore di cioccolato (15)

E infine lui, il simbolo, l’icona della città vecchia: il DUOMO barocco DI SAN GIORGIO. Di epoca sei/settecentesca è il risultato della ricostruzione dopo i disastrosi terremoti che martoriarono la val di Noto tra il 1563 e 1692. L’architetto è lo stesso del Duomo di Ibla Rosario Gagliardi e si vede…visto che sono praticamente gemelli! Splendida la scalinata del sagrato, dove sono stati girati alcuni episodi del nostro commissario preferito, proprio qui c’è la fermata della corriera che Livia (Katharina Böhm) prende per l’aeroporto.

Giromangiando A MODICA

Modica è piena di ristoranti, non avrete problemi per trovare un posto dove sedervi e gustare una specialità del luogo. Noi per risparmiare tempo e denaro abbiamo optato per un pasto veloce ma da 10 e lode presso la rosticceria FICHERA, (in via marchesa tedeschi, vicino al comune) e non ce ne siamo affatto pentiti! Ci sono tavolini all’aperto dove abbiamo gustato tutto il meglio dello street food siciliano!

Cosa vedere a MODICA: meraviglia del barocco al sapore di cioccolato (16)

Dopo esserci abbuffati di cioccolato modicano, per pranzo non ci siamo fatti mancare nulla: panzerotto ripieno, scaccia, pastizza e arancino classico! La scaccia, che non avevamo mai assaggiato, ha un ripieno che somiglia a quello della lasagna, all’interno trovate delle sfoglie di pasta, pomodoro e formaggio! Tutto davvero ottimo! Gli altri due hanno vari tipi di ripieni…a voi l’ardua scelta.

Detto questo Modica ha conquistato i nostri occhi e il nostro palato ma non è tutto qui abbiamo molto altro da raccontarvi…

Lascia pure un commento, se hai già visitato questi luoghi i se hai qualche domanda da fare! Se ti interessa questo tipo di viaggi, leggi anche i nostri articoli correlati su Ragusa Ibla, Punta Secca e Scicli e i luoghi di Montalbano col nostro itinerario a cui abbinare Modica!

#MiriamFocili

Top Articles

Latest Posts

Article information

Author: Terrell Hackett

Last Updated: 08/31/2022

Views: 6208

Rating: 4.1 / 5 (72 voted)

Reviews: 95% of readers found this page helpful

Author information

Name: Terrell Hackett

Birthday: 1992-03-17

Address: Suite 453 459 Gibson Squares, East Adriane, AK 71925-5692

Phone: +21811810803470

Job: Chief Representative

Hobby: Board games, Rock climbing, Ghost hunting, Origami, Kabaddi, Mushroom hunting, Gaming

Introduction: My name is Terrell Hackett, I am a gleaming, brainy, courageous, helpful, healthy, cooperative, graceful person who loves writing and wants to share my knowledge and understanding with you.